Grissini, Cracker o Pane?

di Silvia Menini

Spesso quando si è a dieta si ha la convinzione che il pane faccia ingrassare e quindi si tende a sostituirlo con grissini, cracker, fette biscottate, taralli, gallette… Ma non sempre questa risulta essere la scelta migliore per la salute e la dieta. Spesso si è traviati dalle mille pubblicità e promozioni che pubblicizzano prodotti “light” e che ci invogliano a mangiarli in grandi quantità senza sensi di colpa.

È sempre importante dare una attenta occhiata alle etichette per non incorrere in acquisti non proprio “magri” e dietetici. Inoltre, bisogna ricordare che, se si sostituisce il pane bianco con grissini o cracker prodotti sempre con farina bianca, si incorrerà sempre nello stesso problema con conseguente rischio per la linea, in quanto l’indice glicemico rimane lo stesso.

È importante anche sapere che, a parità di peso, grissini e cracker contengono più calorie del pane. Per rendere più gradevoli questi prodotti, infatti, vengono aggiunti zuccheri e grassi che, di norma, non si trovano nel pane. Ovviamente il pane da prediligere è quello che si trova in panetteria o nel reparto dedicato dei supermercati, scegliendo magari quello prodotto solamente con farina, acqua, lievito e sale e magari con meno mollica per evitare fastidi digestivi e fermentazioni. Il pane integrale (biologico), inoltre, contiene molti più nutrienti e fibre utili per l’intestino e ha un maggior potere saziante rispetto a grissini e cracker.

A livello nutrizionale 100 grammi di pane contengono in media 59,5 g di carboidrati, 8,1 di proteine, 0,5 di grassi e 31 g di acqua per circa 2-300 Kcal. A parità di peso, invece, cracker e grissini contengono meno acqua (e quindi sono alimenti più secchi rispetto al pane) che porta quindi a una maggiore concentrazione di tutti gli altri nutrienti (80 gr di carboidrati, 9 di proteine per i cracker e 70 grammi carboidrati, 8 di proteine per grissini), compresi anche i grassi (10 grammi per 100 grammi di cracker e 13 grammi per i grissini. Grassi sia vegetali idrogenati che animali, spesso di dubbia qualità). Tali prodotti apportano, sempre per 100 g, ben 350-450 Kcal.

È quindi facile intuire che il pane può essere consumato quotidianamente mentre cracker, grissini etc andrebbero limitati e mangiati con moderazione.

Potrebbe anche piacerti

Lascia un Commento

Questo sito rispetta i tuoi dati personali. Perché usiamo i cookie? Utilizziamo solo i nostri cookie e quelli di terze parti per migliorare la qualità della navigazione, per offrire contenuti personalizzati, per elaborare statistiche, per fornirti pubblicità in linea con le tue preferenze e agevolare la tua esperienza sui social network. Per questo motivo analizziamo dati personali come, per esempio, la cronologia della tua navigazione. Se continui a utilizzare il nostro sito, accetti i nostri cookie. Se desideri ricevere ulteriori informazioni su come usiamo questi dati, cancellare tutti o parte dei cookie, clicca qui. Accetta Leggi

Privacy & Cookies Policy