Cosa mangiare dopo le feste. Alcuni consigli per rimettersi in forma

di Astra Code
Si sa, le festività natalizie portano sempre a qualche chiletto in più, a quel senso di gonfiore, apatia e, in alcuni casi, anche a sensi di colpa pensando che tutti i sacrifici fatti durante l’anno siano stati buttati al vento in pochi giorni di sgarri. Ma c’è un detto che riporta un po’ tutti con i piedi per terra. Non si ingrassa da Natale a Capodanno ma da Capodanno a Natale. È quindi importante riuscire a godersi in piena serenità i pranzi e le cene passate in famiglia, certamente sempre con un occhio di riguardo a ciò che si mangia, facendo attenzione a non strafare ma concedendosi comunque un po’ di tuttoper togliersi la voglia che altrimenti rischierebbe di accumulare ancora maggior insoddisfazione rischiando di sfociare poi in abbuffate incontrollate e, in questo caso sì, dannose per la salute.
Ci si trova a confrontare le calorie di tutti i dolci natalizi per poter scegliere quello meno calorico, senza considerare che sarebbe molto meglio concedersi quello che si preferisce, magari non esagerando nelle dosi, senza pensare all’apporto energetico ma godendosi il momento per non rimpiangerlo poi tutto il resto dell’anno quando non avremo più la scusa delle feste natalizie a cui appigliarci.
Ma la domanda che ora ci poniamo tutti è: Come comportarci da qui a Capodanno e, soprattutto, una volta terminate le feste? Cosa mangiare e cosa evitare? Quel panettone a metà ci ammicca ogni mattina dalla dispensa, la scatola di cioccolatini aperta e non finita manda il suo aroma ogni volta che ci passiamo davanti… per non parlare del frigo… che trabocca ancora di avanzi invitanti che però rappresentano un vero e proprio attentato alla linea.
Innanzitutto si deve sgomberare la mente dal cibo proprio nel momento in cui si va al supermercato, spingere con più vigore il carrello quando si passa davanti al reparto dei dolciumi che sembra essere infinito, soprattutto non farsi catturare dalle promozioni di torroni, cioccolato & Co. Evitare i cereali che sono ricchi di zuccheri, prediligendo invece muesli al naturale, fiocchi di avena e porridge proteico che sazia e apporta i giusti nutrienti senza far sentire il senso di fame. Preferire pasta e riso integrali e biologici oppure di legumi per incrementare la dose di proteine. Evitare dolci raffinati e confezionati sfruttando invece il periodo di ferie per dedicarsi alla cucina e preparare dolci in casa, sicuramente meno calorici e genuini. Essere parsimoniosi con i condimenti in insalate, pasta, carne e pesce. Perché spesso sono proprio quelli a fare la differenza. Quante volte ho sentito dire: “Mangio solo pesce e carne e verdure e non dimagrisco!” per poi notare la quantità di olio che veniva messa per condire! Sfido! Diminuire la dose di alcol a un solo bicchiere di vino per accompagnare un pasto. Evitare bibite gassate e succhi di frutta pieni di zuccheri preferendo una buona spremuta o una tisana magari drenante o un frutto ricco di fibre che invece andrebbero perse.
Mai saltare la colazione! L’organismo dopo una notte a digiuno e comunque in continuo lavoro anche se si sta dormendo, ha bisogno di essere revitalizzato per avere la giusta carica per affrontare la giornata. Concedersi uno spuntino a metà mattina e metà pomeriggio per evitare di arrivare affamati al pasto successivo e rischiare di eccedere con le dosi. Via libera a vellutate di verdure, carni (soprattutto bianche), pesce, formaggi leggeri e poveri di grassi, frittate e uova in genere (anche soli albumi che sono ricchi di proteine ma apportano pochissime calorie), verdura cruda e cotta a volontà e frutta soprattutto come spuntino a metà mattina. I carboidrati vanno comunque mantenuti nella dieta perché sono importanti per l’organismo, anche e soprattutto in chi si allena in palestra. Per chi si sente particolarmente appesantito, va bene scegliere frullati proteici che apportano la giusta dose di proteine e, se integrati a un buon piatto di verdure, mantengono leggeri e saziano senza compromettere la linea… anzi… salvaguardandola! E non dimentichiamoci di bere tanto! Acqua, si ?Magari usando dei drenanti o dei depurativi per accentuarne l’effetto positivo. Provate un infuso detox a base di zenzero e limone. Bruciagrassi, disintossicante e accelera il metabolismo.

intende!

Tenete comunque a conto che, per prendere 1 chilo di grasso, si deve eccedere di 7000 Kcal! È quindi più probabile che i chili che si sono messi su durante il periodo festivo siano determinati più dalla ritenzione idrica. Si è fatto meno movimenti, assunto più sale e dolci… insomma… NO PANIC!

Le Regole per dimagrire:
          Con confrontarsi con gli altri
          Non sforzarti di mangiare cibi che non ti piacciono
          Evitare in tutto e per tutti gli sfizi
          Cibi che non saziano e che apportano tante calorie
          Calorie liquide o prive di nutrienti
          Usare piatti grandi (e porzioni abbondanti)
          Alzarsi da tavola con ancora la fame. Si impiega circa 20 minuti a sentire il senso di sazietà
          Abbondare di cibi ricchi di fibre per saziarsi
          Masticare a lungo

Potrebbe anche piacerti

Lascia un Commento

Questo sito rispetta i tuoi dati personali. Perché usiamo i cookie? Utilizziamo solo i nostri cookie e quelli di terze parti per migliorare la qualità della navigazione, per offrire contenuti personalizzati, per elaborare statistiche, per fornirti pubblicità in linea con le tue preferenze e agevolare la tua esperienza sui social network. Per questo motivo analizziamo dati personali come, per esempio, la cronologia della tua navigazione. Se continui a utilizzare il nostro sito, accetti i nostri cookie. Se desideri ricevere ulteriori informazioni su come usiamo questi dati, cancellare tutti o parte dei cookie, clicca qui. Accetta Leggi

Privacy & Cookies Policy