Che latte vegetale scegliere?

di Astra Code
Spesso, sia per intolleranze alimentari, sia per limitare l’uso del latte vaccino, si opta per una alternativa vegetale. Ormai le offerte sono molto vaste e spesso ci si trova spaesati di fronte a tanta scelta non sapendo l’alternativa più adeguata alle proprie esigenze.
Innanzitutto, è importante imparare a leggere le etichette per acquistare il prodotto migliore. È di norma una abitudine che tutti dovrebbero adottare, non solo per questa tipologia di prodotto. Spesso, infatti, in un cibo apparentemente sano si celano sostanze che possono essere dannose per l’organismo.
Una informazione utile è sapere che l’ordine con cui vengono riportati gli ingredienti ne indicano la quantità contenuta. Il primo della lista, quindi, sarà quello più presente, mentre l’ultimo è quello di cui ce n’è meno. Questo può già essere un segnale per definire la qualità del prodotto. Nel caso specifico… se in un “latte” vegetale la prima voce sarà “acqua” seguita da “zucchero” questo indica che il prodotto è diluito forse per abbassare le calorie e che il sapore sarà anche gradevole, ma dettato perlopiù dalla presenza dello zucchero che, invece, andrebbe limitato in una sana ed equilibrata dieta. Trattandosi di latte vegetale, sarebbe auspicabile che contenesse la materia prima (riso, avena, cocco, soia, mandorle…) in quantità più alta possibile. L’ideale sarebbe che tale materia prima fosse presente per almeno il 15% (meglio se di più).
È anche importante controllare che non contenga grassi aggiunti e che il sodio sia in quantità ridotta, così come che non sia stato addizionato di edulcoranti (dolcificanti artificiali), zuccheri o altri “aromi naturali” che potrebbero essere un rischio reale per la salute.
Oggi in commercio esistono almeno 12 tipi di latte vegetale che sono in grado di soddisfare qualsiasi gusto e intolleranza.
Vediamone alcuni.
Latte di soia
È sicuramente quello più conosciuto e diffuso, forse anche perché è stato il primo ad arrivare sugli scaffali dei supermercati. Contiene meno calorie e più proteine, quasi al pari del latte vaccino. La soia contribuisce a ridurre il rischio di arteriosclerosi in quanto gli isoflavoni abbassano il colesterolo cattivo, ha un alto contenuto di calcio, potassio, magnesio, ferro e vitamina B1. È privo di glutine e quindi adatto anche ai celiaci e diabetici in quanto libera gli zuccheri con lentezza.
Latte di farro
È sicuramente la soluzione che offre il maggior apporto di calcio e quindi adatto per prevenire l’osteoporosi, per gli sportivi e per i bambini. È sicuramente un alimento completo e ricostituente. Grazie alla sua consistenza densa e cremosa, è anche l’ideale per cucinare.
Latte di miglio
È rivitalizzante e nutriente, povero di grassi ma ricco di proteine vegetali, minerali e vitamine del gruppo B.
Latte di riso
È la bevanda che contiene meno grassi. Il suo gusto gradevole, fresco e leggero, è determinato dalla presenza di zuccheri semplici che donano anche energia immediatamente disponibile oltre a renderlo il “latte” più facilmente digeribile. È ricco di vitamine del gruppo B e possiede proprietà distensive, depurative e aiuta nel controllo del peso.
Latte di avena
È privo di colesterolo ed è un alimento altamente energetico. Contiene acido folico ed è particolarmente indicato per le donne in gravidanza. Ottimo per gli sportivi e per i bambini grazie alle sue proprietà tonificanti e rigeneratrici. È la bevanda preferita da chi è a dieta in quanto il suo alto contenuto di fibre dona un senso di sazietà e contiene più proteine del riso e del grano, oltre ad essere ricco di carboidrati ad assorbimento lento.
Latte di kamut
Povero di grassi, fornisce un discreto apporto proteico. Di norma viene addizionato con olio di semi di girasole per renderlo più gradevole al palato. Fonte di sali minerali (tra cui fosforo e magnesio) e consigliato in periodi di affaticamento o convalescenza. Contiene però glutine, quindi non è adatto ai celiaci.
Latte di mandorle
Una delle bevande più amate e apprezzate. Ottima fonte di antiossidanti, fibre e minerali (potassio, magnesio, selenio, ferro e calcio) oltre a vitamina E, contiene grassi buoni e vitamine che proteggono il sistema cardiovascolare e aiutano a diminuire il colesterolo oltre ad aiutare la digestione.  È però molto calorico ed energetico e quindi andrebbe consumato con moderazione.
Latte di cocco
È una bevanda ottenuta dalla polpa del cocco e acqua. Molto dolce, è naturalmente ricco di zuccheri, oltre a fornire un buon apporto di acido laurico, un acido grasso saturo con buone proprietà antisettiche e antinfettive. È un ottimo alleato per combattere la gastrite e per dare sollievo all’intestino. Il contenuto di potassio migliora la circolazione e il tono muscolare.
Latte di noci, nocciole e anacardi
Queste bevande sono molto nutrienti ed energetiche, oltre che ricche di preziosi acidi grassi insaturi (omega 3), aminoacidi essenziali, vitamine A e B e sali minerali. Il latte di anacardi è quello più facilmente digeribile e più salutare. È infatti ricco di acido oleico che fa bene per cuore e vasi sanguigni. Contiene inoltre molti micronutrienti essenziali tra cui rame, magnesio e grassi monoinsaturi.
Latte di quinoa
È una bevanda fresca e antiossidante. Contiene vitamina C, E e B, oltre a fibre e Sali minerali che lo rendono un vero e proprio alleato per la salute.

Potrebbe anche piacerti

Lascia un Commento

Questo sito rispetta i tuoi dati personali. Perché usiamo i cookie? Utilizziamo solo i nostri cookie e quelli di terze parti per migliorare la qualità della navigazione, per offrire contenuti personalizzati, per elaborare statistiche, per fornirti pubblicità in linea con le tue preferenze e agevolare la tua esperienza sui social network. Per questo motivo analizziamo dati personali come, per esempio, la cronologia della tua navigazione. Se continui a utilizzare il nostro sito, accetti i nostri cookie. Se desideri ricevere ulteriori informazioni su come usiamo questi dati, cancellare tutti o parte dei cookie, clicca qui. Accetta Leggi

Privacy & Cookies Policy