Guaranà: una fonte di energia “buona” (ma con cautela)

di Astra Code
Il Guaranà può essere considerato a tutti gli effetti un integratore naturale. Tra le sue innumerevoli proprietà ha quella di essere un energizzante e rinvigorente per il fisico e la mente. Può tranquillamente sostituire il caffè tanto che può essere trovato in commercio sia sotto forma di pastiglie che polvere, da usare nello stesso modo in cui si usa il caffè solubile, per fare frullati, snack, barrette…
È molto simile al ginseng ed è consigliato per ritrovare forza e vigore psicofisico e per migliorare l’attenzione, la memoria e la concentrazione. Ottimo per chi pratica sport, agisce come tonico sulla muscolatura e accresce la resistenza alla fatica. Proprio come il caffè, tende ad aumentare la pressione sanguigna e, proprio per questo, è sconsigliato in caso di ipertensione. Sembra avere anche effetti positivi sui dolori mestruali e dissenteria. Coadiuvante delle funzioni digestive, ha proprietà diuretiche e stimolanti della libido e del metabolismo (stimola infatti la produzione di enzimi capaci di sciogliere i grassi con una conseguente riduzione dei depositi di adipe sottocutaneo), riducendo anche il senso di fame (ecco perché è spesso contenuto in prodotti tesi al dimagrimento). Antiossidante e disintossicante, è un valido aiuto contro la stitichezza.
Bisogna però tenere in considerazione che il guaranà contiene caffeina (guaranina) circa tre volte superiore al caffè ma, a differenza di quest’ultimo, viene rilasciata dall’organismo molto più lentamente e questo permette di beneficiare dei suoi effetti per più tempo e in maniera più stabile. Adatto a chi è in stato di convalescenza, depressione o affaticamento, ha un valore energetico più alto del caffè, così come la quantità di proteine e carboidrati (e fibra).
Controindicazioni:
Può produrre insonnia, agitazione, diarrea ed è sconsigliato se si soffre di diabete, ipertiroidismo, problemi renali, malattie cardiovascolari e ipertensione. Sconsigliato a donne in gravidanza e allattamento. Va comunque assunto in dosi controllate senza eccedere. Sempre meglio assumerlo a stomaco pieno e ridurre le quantità in caso di coliche e gastriti. Da non assumere con farmaci neuro stimolanti.
Dosaggio consigliato:
1 o 2 cucchiaini al giorno (o pastiglie) – la dose massima da non superare è 3 grammi – e per un periodo limitato, seguito da una pausa in quanto produce assuefazione con il rischio di diminuire l’efficacia.
Guaranà in pillole:
          Energizzante
          Risveglia il metabolismo
          Calma il senso di fame
          Alleato dell’intestino
          Aumenta la concentrazione
          Migliora la memoria
          Effetto afrodisiaco (è un vasodilatatore)

Potrebbe anche piacerti

Lascia un Commento

Questo sito rispetta i tuoi dati personali. Perché usiamo i cookie? Utilizziamo solo i nostri cookie e quelli di terze parti per migliorare la qualità della navigazione, per offrire contenuti personalizzati, per elaborare statistiche, per fornirti pubblicità in linea con le tue preferenze e agevolare la tua esperienza sui social network. Per questo motivo analizziamo dati personali come, per esempio, la cronologia della tua navigazione. Se continui a utilizzare il nostro sito, accetti i nostri cookie. Se desideri ricevere ulteriori informazioni su come usiamo questi dati, cancellare tutti o parte dei cookie, clicca qui. Accetta Leggi

Privacy & Cookies Policy